Il menù dell'amore

Scarica l'ebook "il menù dell'amore" dal sito Feltirnelli, è gratis e contiene una mia ricetta!!

E se non l'hai ancora letto vai subito a comprare "Gli ingredienti segreti dell'amore" di cui ti invito a leggere la mia recensione!

lunedì 27 febbraio 2012

Culurgiones (Ravioli sardi)

Ciao a tutti
questa volta mi sono cimentata in una buonissima ricetta regionale: i Culurgiones, tipici ravioli sardi.

Questa ricetta è stata scelta in virtuù della giornata dedicata a Rossella Urru, la volontaria sarda rapita in Algeria.

Inizio dicendovi che la ricetta non è difficilissima da realizzare, l'unico passo un po' complicato è la chiusura a forma di spiga dei Culurgiones. Spero che gli amici sardi non me ne voglino, io ci ho provato... e come si dice "sbagliando s'impara".
Nel caso proprio non riusciste, potete fare dei semplici ravioli, il piatto sarà sicuramente gustoso in egual misura!

Ingredienti

300g farina di semola di grano duro
200ml acqua (da regolare a seconda dell'umidità dell'impasto)
1 cucchiaio di sale

300g pecorino fresco
1 kg patate rosse
6-7 foglie di menta
2 spicchi d'aglio

Preparazione

Fate bollire le patate, sbucciatele e riducetele in purea con uno schiacciapatate. Unite il pecorino fresco, la menta tritata finemente e l'aglio schiacciato.
Lasciate riposare il composto.

Preparate la pasta lavorando farina, acqua e sale fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. Stendente il composto in sfoglie sottili e, con l'aiuto di uno stampino tondo del diametro di 7cm circa, fate dei dischetti di pasta.



Versate sui dischetti il composto di patate e formaggio, circa la dimensione di una noce, e unite i lembi della pasta. A questo punto punzecchiate i bordi della pasta, creando un disegno a forma di spiga.



Cuocete la pasta in acqua bollente salata e condite con salsa di pomodoro.

So che vi ho fatto venire l'acquolina in bocca!!!

Buona preparazione e Buon Appetito!!!

6 commenti:

  1. ehhhhh acquolina!!!!! altrochè acquolina!!! la fame mi hai fatto venire!

    RispondiElimina
  2. un giorno ci incontreremo per provare e mangiare tutte le ricette del blog!!!

    RispondiElimina
  3. Ottime Dani!!! Pubblicizzo!!

    RispondiElimina
  4. lasciamo stare la chiusura a spiga ...che non si impara facilmente e questa di sicuro non si avvicina minimamente ad una chiusura decente...anche perche' cosi' si aprono in cottura ed arrivederci all'impasto....ma la ricetta non ha niente a che vedere con quella originale de is culurgiones sardi...manca la meta' degli ingredienti...abbi pazienza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido il tuo commento, sono sarda doc e io gli faccio spesso, mancano tanti ingredienti e chiusi in quella maniera si aprono.

      Elimina